Bloccato il Mattinonline

Di

boris 2di Corrado Mordasini

E come immaginavamo, il gradasso mattinonline ha tirato i remi in barca. Dopo la sequela di denunce di Manuele Bertoli, che ha deciso di perseguire sistematicamente quanti lo insultavano (leggi qui), il “giornale” web di Boris Bignasca si chiude come una cozza spaventata.

Ovvio, perché, come dicevamo, le denunce ai singoli si traducono anche in denunce di correità con la testata che le ospitava. In questo caso spesso, molto spesso, il mattinonline.

Certo Boris non è il suo papà, che con 280 denunce è stato il ticinese più noncurante delle leggi sulla diffamazione nella storia del cantone, e non ha nemmeno il potere finanziario del vecchio, perché una serie di denunce si sommano tra loro e cominciano a diventare costose.

E allora la soluzione prima è stata rimuovere tutti i post su FB del mattinonline (quelli dove ci sono più commenti) dell’ultimo mese, e ora di bloccare addirittura la possibilità di fare i commenti sul sito web. Avete capito bene, sotto gli articoli del mattinonline non è più possibile esprimere la propria ticinese opinione.

Molto meno divertimento per il becerume che si beava a postare invettive sotto gli articoli provocatori di Boris, Sacchi e compagnia bella.

Vedremo cosa ci riserverà il futuro. Siamo forse di fronte a una svolta imposta dalla legge?

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!