Buon Primo agosto di amicizia, solidarietà e fratellanza

Pubblicità

Di

svizzeridi Marco Cattaneo

“Bisogna chiudere le frontiere!”, dicono i soliti avvoltoi che prendono i drammatici casi di attualità e li stravolgono a loro uso e consumo. Nella stragrande maggioranza di questi casi non c’entrano nulla migranti, stranieri e frontiere da chiudere: i responsabili erano figli della mancata integrazione, affascinati dalla diabolica retorica del Califfo alcuni, bullizzati a scuola in altri. Isolati in quartieri dormitorio, lontani dalla vita sociale.

Se ha evidenti colpe chi non ha alcuna intenzione di integrarsi ed è da espellere chi non ha diritto di rimanere nel Paese che l’ha ospitato (e Simonetta Sommaruga questo lo ripete fino allo sfinimento da mesi) è altrettanto vero che molte volte chi vorrebbe assicurare un futuro migliore ai propri figli, magari nati in Francia, Svizzera o Germania, semplicemente non riesce. Perché a scuola i bimbi vengono presi in giro per le loro origini, perché da adolescenti si trovano certa politica che li indica come male assoluto, perché crescendo sono discriminati in ogni ambito sociale.

Nasce anche da questa presa di coscienza la campagna del PS per la naturalizzazione di persone interessate e in possesso di un permesso B. I socialisti, da Levrat in giù, saranno a disposizione offrendo consulenze e aiuto a chiunque voglia intraprendere un serio percorso di integrazione a tutti gli effetti, di unione a tutti gli effetti verso la Svizzera da parte di chi nel nostro Paese già vive, già lo stima, già ne rispetta le leggi. Integrando questi stranieri e i loro figli si possono gettare le basi per un futuro migliore, sereno, degno del Paese della Convenzione di Ginevra e di Jean-Jacques Rousseau. Integrando queste famiglie si possono offrire maggiori possibilità ai loro figli, fargli conoscere le eccellenze della nostra storia e della nostra società, fargli capire, come ha scritto su questo portale Jacopo Scarinci sui francesi di seconda generazione, che fortuna abbiano a vivere in Svizzera.

Buon Primo agosto ai nostri lettori quindi, di amicizia, solidarietà e fratellanza. “Uno per tutti, tutti per uno”.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!