Il Giardino di Solange, Parte I

Di

ambientedi Solange

Il giardino come luogo di pace, il giardino come un susseguirsi di stanze verdi, di ambienti sì costruiti ma che devono avere sempre un che di selvatico, uno sfogo che permetta al verde di farci percepire tutta la sua esuberanza.

Il concetto di giardino europeo, relegato nei secoli passati alla nobiltà o al clero, anche perché i poveracci non sapevano che farsene e ci coltivavano la segale cornuta o le patate, è oggi variegato e poliedrico.

Le maggiori scuole, quella latina e anglosassone, si sublimano nella scuola francese, italiana o inglese. Più formali e organizzati quelli latini, più selvatici e naturalistici quelli inglesi. I canoni del verde invertono così gli stereotipi legati alle popolazioni che vedono più rigorose le anglosassoni e più disordinate le latine.

Oggi, la sapienza delle due scuole ha dato, a chi ha la fortuna di avere un terreno, un’infinità di idee e di spunti ai quali attingere. Io personalmente preferisco lasciare un po’ di sfogo organizzato. Unisco perciò alla japonica azalea e alla camelia, il fico alla barba di capra, la betulla autoctona e la felce prelevata nel bosco e messa a dimora nelle zone più umide del giardino, quelle dove cresce malamente l’erba perché troppo ombreggiate.

Lascio corridoi di erbe alte e fiori per gli insetti e gli animali minuti. Voglio che il giardino sia un luogo vivo, e non un’arida distesa di graminacee.

1A 2A 3A 4A 5A 11A 10A 9A 8A 7A

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!