“Noi parliamo di esseri umani, il Centro destra e le Leghe di politica”

Pubblicità

Di

gobbi e maronidi Bruno Samaden

Le Leghe di Roberto Maroni e Norman Gobbi, le destre di Lara Comi e Tiziano Galeazzi hanno un indomito nemico, un ultimo giapponese che contro tutto e tutti non si arrende e su ogni tema possibile e immaginabile dà battaglia. Si chiama Luca Gaffuri, è un Consigliere regionale lombardo e il suo partito è il PD.

La sua ultima battaglia in ordine di tempo è, prevedibile, sul tema dell’emergenza dei migranti addossati alla stazione di Como. Interpellato dalla RSI, Gaffuri ha recentemente detto quanto segue:

A Gobbi, come anche a Maroni e a tutti gli esponenti del centrodestra che a Milano stanno facendo il diavolo a quattro contro la grave e difficile situazione dei migranti, sfugge una considerazione: stiamo parlando di persone, di esseri umani, di cittadini di altre nazioni del mondo. Tra di loro non solo uomini adulti, ma intere famiglie, una miriade di giovani donne incinta o con bimbi spesso neonati tra le braccia e un numero impressionante di minori non accompagnati, che significa, se non è chiaro, ragazzini anche di 11, 12, 13 anni, completamente soli, lontanissimi da casa, con uno zainetto sulle spalle come unico bagaglio, verso i quali vi sono degli obblighi. Mi chiedo se vedano quello che succede attorno a loro o se tutto si riduca a una questione ‘politica’. Ma in questa tragedia umana è l’ultima cosa che conta. E Gobbi dovrebbe saperlo, visto che il Canton Ticino ha sempre brillato per volontariato e solidarietà in tutti gli eventi catastrofici accaduti nel mondo. A dimostrazione di ciò, una delle loro principali associazioni è stata tra le prime ad accorrere in stazione a Como per portare aiuto”.

Insomma, una lezione niente male per il nostro direttore delle Istituzioni che, non molto tempo prima, aveva definito quella della sinistra italiana una “politica di bla bla bla”. Ma ciò che indigna, in questa situazione ormai sfuggita al comune buon senso oltreché alla decenza, è che si debba costantemente ripetere di avere a che fare con persone, vite, esseri umani. Non con numeri, coi quali molta politica sembra quasi divertirsi a suon di rimpallarseli in faccia.

Quando si parla di tot persone che non hanno potuto nemmeno chiedere asilo, si deve pensare ai loro diritti infranti e alla legge non rispettata, mica al “Ok, migranti in meno sul nostro sacro suolo elvetico” come molti, fuor di dubbio, fanno.

Se tutti noi iniziassimo a considerarli esseri umani allo stremo di forze e speranze, e non protagonisti di beghe da cortile, torneremmo a essere più umani anche noi stessi. Non sarebbe male.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!