Abbiamo sbagliato

Pubblicità

Di

Sì, abbiamo sbagliato. Ieri, in un articolo molto critico, abbiamo definito il redattore di Mattino della Domenica e mattinonline un frontaliere. Abbiamo saputo che non lo è più, e ce ne scusiamo. Il discorso, però, frontaliere o non frontaliere, era un altro e resta in piedi. Per paradosso, anche più di prima.

Mattia Sacchi è uno delle migliaia di lavoratori italiani che grazie alle possibilità concesse dai famosi Accordi bilaterali ha potuto trasferirsi in Ticino per lavorare presso un datore di lavoro che ha preferito assumere lui piuttosto che uno dei tanti giornalisti ticinesi disoccupati. C’è chi grida quotidianamente allo scandalo di fronte a tale fenomeno, non vorrebbe che ciò fosse possibile e quindi da anni attacca questi lavoratori. Ora ha fatto votare il popolo in nome del prima i nostri.

Noi di GAS abbiamo fatto notare l’incongruenza, grande come una montagna. Ancora più grande per Sacchi stesso, che conduce trasmissioni elettorali e non per Teleticino, emittente finanziata dal canone. Se fosse successo alla Rsi, sarebbe scoppiato un casino che neanche possiamo immaginare.

Sacchi spande a pagamento letame su quelli come lui, punto: al netto di essere frontaliere o residente il concetto è questo. Il resto è poesia. Sarebbe interessante sapere da Claudia Rossi & Co. cosa pensino di ciò. Oppure siccome leghista, simpatico e amico vada bene ignorare la preferenza indigena e sorvolare sulle contraddizioni che ormai regnano sovrane nel movimento di via Monte Boglia.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!