Il Giardino di Solange, parte III

Di

ambienteIl giardino è comunque una comunione di piante e fiori. Dalle più comuni alle più esotiche, possiamo farle convivere con intelligenza ed esperienza. Spesso però tendiamo purtroppo a sottovalutarne vitalità e dimensioni, tendendo ad affollare zolle striminzite per paura degli spazi vuoti. Per esempio, il rosmarino cresce velocemente ed occupa facilmente uno spazio ragguardevole.

Anche la lavanda, si prende velocemente il suo spazio, e va potata dopo la fioritura se vogliamo vederla rifiorire. Deve inoltre essere tenuta corta se non vogliamo, in preda all’incuria, avere difficoltà a entrare in casa per evitare quel grazioso cespuglietto che nel frattempo è diventato un gigantesco fungo verde argento dal profumo inebriante.

Nel giardino lasceremo fiorire le selvatiche come le pratoline, le margherite o il tarassaco, se non vogliamo lasciare l’erba un po’ più alta possiamo lasciare dei ciuffi ogni tanto, che sono anche decorativi e permettono ai fiori di andare in semenza.

Il raro acanto, dalle spighe viola, è una pianta infestante e robusta, ma richiede molto spazio per le sue foglie larghe e lucide. Ideale contro muro o per bordure grandi, magari accompagnato dalla calla etiopica, delicata ma spartana. Non dimentichiamo l’azalea, ideale per boschetti o filari e la camelia, meglio in solitaria perché, anche se di crescita lenta, a dipendenza della varietà, può raggiungere i diversi metri d’altezza.

E poi gli iris, i narcisi, i crocus da mischiare nel prato e le rose, regine incontrastate ma da curare perché facilmente affette da funghi e parassiti.

Io vi consiglio varietà magari meno appariscenti ma più robuste. Un giardino già richiede molto lavoro, vediamo di occupare il tempo libero anche per godercelo e non solo per lavorarci!

1C 2C 3C 4C 5C 6C 7C 8C 9C 10C 11C 12C 13C

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!