L’immigrata che si è fatta il lifting e le minchiate del Mattino

Pubblicità

Di

Con squilli di tromba isterica Il Mattino riporta la notizia di un’immigrata 27enne che, giunta a Pozzallo (Sicilia) si è sentita male a causa di un lifting che ha fatto in patria alcune settimane prima di raggiungere l’Italia. Poiché è scorretto regalare click a un sito che fa della disinformazione un caposaldo, la copia dell’articolo è qui, su archive.is.

L’articolo è firmato da un certo MOL che, impettito come confà ai grassi o agli ignoranti, dà sfoggio del più bieco giornalismo fatto coi piedi e giunge alla più facile (e viziata) delle conclusioni: se ha pagato 5mila euro per il lifting è ricca, quindi è una migrante economica e non scappa da nessuna persecuzione.

A.M. è una 27enne marocchina fuggita dal Marocco su un barcone con oltre 400 persone. Giunta a destinazione si è sentita poco bene e lei stessa ha raccontato ai medici di avere subito un intervento di chirurgia estetica qualche giorno prima di imbarcarsi.

Il buon MOL ha quindi contato fino a 5 con le dita e ha sgranato gli occhi: “ma se la ragazza ha pagato 5mila euro un intervento chirurgico allora è ricca! E se è ricca non è bisognosa! E se non è bisognosa allora è una migrante economica!”. Chi ha finito le elementari si è già reso conto della negazione in termini: se è ricca NON è una migrante economica e, soprattutto, se è ricca non viaggia dal Marocco alla Sicilia in un barcone, anche perché – tanto per parlare tra di noi – un volo da Rabat a Catania lo si trova su eDreams a partire da 45 euro.

L’idea che A.M. si sia imbarcata da clandestina perché non aveva altra possibilità per lasciare il Marocco non è venuta a nessuno. Nessuno sostiene che sia reale, resta comunque un’ipotesi da non scartare a priori.

Quindi, per Il Mattino, una migrante ricca è una migrante economica. Tra l’altro, a volere essere pignoli e a cercare di correggere le castronerie che scrivono in Via Monte Boglia, va sottolineato che:

Un intervento di liposuzione non è lifting. Il primo serve a ridurre la massa adiposa, il secondo tende a eliminare le rughe. MOL non lo sa (e non si è preso la briga di controllare) perché ha le rughe sulla pancia grassa.

Il costo medio di un intervento simile è di 3mila euro circa. In Marocco costa ancora meno, a partire dai mille dollari. Ora che MOL lo sa non è escluso che prenda il primo volo per Rabat.

La fotografia che ha messo a corredo del suo “articolo” è di un video di Mel B e risale al più tardi al 2014.

La somma di 5 mila euro per l’intervento è riportata dall’online che ha citato per primo la notizia, Ragusa News. MOL non ha fatto verifiche (tanto la colpa è di qualcun altro).

Questo è il giornalismo che piace ai leghisti, questi sono i giornalisti che distorcono le notizie, tanto per attirare qualche click e aizzare il popolo. Bravissimi. Davvero.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!