Mettiamoci sul binario giusto

Pubblicità

Di

La FTIA è la Federazione Ticinese Integrazione Andicap. Si occupa delle persone con disabilità e le aiuta ad integrarle nel mondo del lavoro e nella nostra società. “Dal 1973 la FTIA partecipa alla realizzazione di una società più rispettosa delle esigenze delle persone con andicap. Promuove e favorisce la loro interazione in Ticino operando contro l’emarginazione e migliorando la loro condizione sociale, culturale ed economica , creando occupazione, realizzando e gestendo strutture e servizi adatti, organizzando attività sportive, ricreative e sociali. È pure attiva nell’abbattimento di barriere architettoniche e mentali e nel superamento della paura della diversità”.

Un esempio del lavoro svolto lo si può vedere a Giubiasco, più precisamente alla stazione. Dal 2001 infatti, con l’appoggio del Municipio e delle FFS, è stato riaperto lo sportello della stazione. Giubiasco ha così potuto conservare un punto importante per il paese e i suoi abitanti, mentre la FTIA ha utilizzato questa occasione per poter aprire un “centro di formazione per persone al beneficio di prestazioni dell’Assicurazione Invalidità”. Lo sportello è gestito da un gruppo di apprendisti, che lavorano sotto la supervisione di un coordinatore e di due istruttrici. In totale 9 persone. Un vero esempio di integrazione nel mondo del lavoro, di impegno sociale verso persone in difficoltà che hanno diritto come tutti gli altri a un lavoro e una vita dignitosa. È però notizia di qualche giorno fa, più precisamente il 6 settembre, la decisione delle FFS di interrompere il 31.12.2017 il contratto di collaborazione con la FTIA: il Gas se ne è già occupato ieri (leggi qui). Questa decisione ha ovviamente lasciato l’amaro in bocca, soprattutto per le conseguenze di questo gesto. Per la maggior parte di questi ragazzi trovare un posto di lavoro risulta una mera chimera, un obiettivo che senza il sostegno e l’aiuto adeguato diventa quasi irraggiungibile. La chiusura dello sportello, dettata da non so quali motivazioni, dimostra la mancanza di sensibilità verso tutto ciò che può aiutare le persone a integrarsi in una società che pretende sempre più spesso un livello che solo alcuni possono raggiungere. Se sei diverso, se sei in difficoltà, se nasci con una disabilità, se la vita ti mette davanti a un ostacolo, devi arrangiarti. La società e il mondo del lavoro corrono troppo veloce per te, se non stai al passo (o al galoppo), è un problema tuo.

Questo mi ha fatto riflettere molto, perché nonostante speriamo sempre molto cinicamente che le disgrazie possano succedere sempre e solo agli altri, nessuno può sapere cosa ti riservi la vita e come sarà la tua, quella dei tuoi figli, dei tuoi cari e dei tuoi amici domani. Potresti trovarti improvvisamente nella situazione di dover affrontare degli ostacoli che fino a ieri non erano nemmeno nei tuoi pensieri, figuriamoci nei tuoi programmi. E se, per ipotesi, il tuo futuro dovesse cambiare in quella direzione, di cosa avresti bisogno? Di qualcuno che si metta a disposizione per aiutarti a ottenere una vita e un lavoro dignitoso oppure di essere lasciato in balìa di un mondo troppo veloce per te?

La FTIA ha lanciato una petizione per salvare la biglietteria di Giubiasco. Io l’ho firmata, perché credo che tutti abbiano diritto alle stesse opportunità e dignità. Sottoscrivetela anche voi, mettiamoci sul binario giusto.

https://www.change.org/p/salviamo-la-biglietteria-di-giubiasco?recruiter=597029651&utm_source=share_petition&utm_medium=facebook&utm_campaign=share_page&utm_term=mob-xs-no_src-custom_msg&fb_ref=Default

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!