Quand’è che PPD e PLR finiranno di far comunella contro l’ambiente?

Di

mezzi pubblicidi Filippo Contarini

La tassa di collegamento è una merda. Questo non lo hai mai negato nessuno. Ma la politica è una cosa complessa, e talvolta bisogna fare degli strappi.‎

La tassa è passata per il convergere di due cose: il sentimento antifrontalieri leghista e l’esasperazione ambientalista socialista. La colpa di questa seconda cosa è tutta completamente e solamente in mano a PPD e PLR. Vi faccio un esempio, banale. Quando sono a Porza devo anche muovermi in posta. Qua sotto, trovate la foto dell’orario della posta a Porza. Faccio notare che per arrivare in stazione il viaggio dura 8 minuti, poco più che da Breganzona.

Come vedete, se perdi la posta ‎devi aspettare mezz’ora, quando ne passano tante. Di sicuro non la puoi perdere il sabato, figuriamoci la domenica: là non puoi nemmeno andare al cimitero in centro. Questo è il modo migliore‎ per non far usare i mezzi pubblici alla gente, un vortice negativo: meno ce ne sono, meno la gente li usa.

Questa è la realtà ticinese. Tutti sbraitano. Il PPD cantonale (studio Jelmini Padlina)‎ ha fatto perfino ricorso al TF contro la votazione e chissà, magari lo vincono pure. Rimane un fatto: PLR e PPD sono contro i mezzi pubblici. Lo diceva platealmente Giudici in una mitica puntata di Falò sulla galleria Vedeggio-Cassarate. Ora, nel 2016, pare che aumenteranno le corse per Comano. Sarà mica effetto della tassa di collegamento? Come sempre, politicamente vivono in ritardo.

Io so una cosa: anni fa, quando ero in Consiglio comunale a Porza, chiesi di aumentare i mezzi pubblici. Il PLR, che aveva appena preso il testimone ‎dal PPD, disse che non c’erano i soldi per farlo. Che in fondo di poste ne passavano tante (!). Porza è il comune con il secondo moltiplicatore più basso, siamo al 58%. Nessuno si stupisce se non ci sono i soldi. È volontà PPD e PLR, mettono così le priorità. E per i socialisti far politica diventa un esercizio di stile.

Vi dirò di più: i proprietari dei posteggi privati sono quasi tutti PPD e PLR‎ (chi mi smentisce?), e chi è che ora scarica le tasse sui clienti?

La tassa di collegamento è la figlia non voluta di un’ideologia liberal-conservatrice contro i mezzi pubblici. La colpa è tutta loro, non nostra, noi cittadini dovevamo reagire. Quand’è che PPD e PLR finiranno di far comunella contro l’ambiente e a favore dei soliti noti?

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!