Bravo Gobbi! Si ruba sempre meno

Pubblicità

Di

Oddio, “bravo Gobbi” fino a un certo punto. Se è vero che, come dice la Polizia cantonale, un maggior numero di pattuglie è un deterrente, è anche vero che questo trend si nota a livello nazionale dal 2014. Comunque, la diminuzione dei furti con scasso è del 30% e quelli nelle abitazioni sono scesi addirittura del 35%. Nel vituperato Mendrisiotto, addirittura, la diminuzione è del 50%.

E questo nonostante le centinaia di profughi che ogni giorno si affollano di fronte alla dogana.

Ed è proprio qui che ci si domanda come mai questo benedetto senso di sicurezza degli Svizzeri sia sempre più basso. Se usassimo la testa ci renderemmo conto che gli attentati terroristici del Daesh non hanno mai colpito la Svizzera, che i furti sono in diminuzione e che viviamo in uno dei Paesi più sicuri del mondo. Eppure abbiamo paura. Certo, la guardia va tenuta alta, nessuno dice di calare le braghe. Ma dovremmo essere più sereni e logici quando leggiamo i soliti allarmismi leghisti.

Rendiamoci conto una volta tanto che, forse, vogliamo avere paura. Lo vogliamo per avere la scusa di gettarci tra le braccia del nerboruto di turno che ci dice cosa fare. Perché l’umanità è gregaria, a parte rare eccezioni, le dittature del secolo passato avevano il plebiscito, nel peggiore dei casi, di una bella fetta di popolazione (come oggi in Turchia) quando non di quasi la sua totalità, come per l’Italia e la Spagna fasciste o la Germania nazista.

E anche oggi, i segnali ci sono tutti. Proprio l’altro giorno, si parlava di maggiore sicurezza e sul web molti si dicevano disposti ad avere meno libertà ma più sicurezza. Sicurezza da cosa? Qui l’unica certezza è una deriva globale a destra, che avviene, come diceva Hermann Göring, semplicemente spaventando le masse: “Tutto quello che dovete fare è dire loro che sono attaccati e denunciare i pacifisti per mancanza di patriottismo”. E anche Hitler era su questa falsariga: “Le masse sono abbagliate più facilmente da una bugia grande che da una piccola”.

Ma è Mussolini che mette il punto a questo articolo, con una sua frase: “Regimi democratici possono essere definiti quelli nei quali, di tanto in tanto, si dà l’illusione al popolo di essere sovrano.” Ed è qui che la parola democrazia mostra il sedere come una vecchia battona. Democrazia non vuol dire necessariamente libertà. Spesso, è la dittatura di una maggioranza che si taglia le gambe da sola. Piangere dopo serve a poco.

Milioni di tedeschi piansero dopo sei anni di guerra e devastazione maledicendo Hitler. Avrebbero dovuto maledire se stessi e la loro ottusità preconcetta.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!