Frecciatine a Maroni: ma dov’eri Gobbi?

Pubblicità

Di

Gobbi, in merito all’incontro tra il presidente del Consiglio di Stato Paolo Beltraminelli e il governatore della Lombardia Roberto Maroni, ha dichiarato:

«Il presidente della Regione Lombardia ha voluto dare un segnale chiaro ai suoi cittadini. D’altra parte come Governo dovremo impegnarci per dare ai nostri cittadini quello che hanno chiesto esprimendo un voto chiaro. Se fossi stato presidente, posso comunque aggiungere che sarei stato meno accondiscendente e qualche frecciatina al collega Maroni l’avrei lanciata»

E il Mattino della Domenica, in un delirio assurdo, ignorando l’assenza dei SUOI ministri, scrive:

Il Beltrasereno presidente uregiatto del governicchio, accompagnato dai com­pari Christian “Harry Potter” Vitta e Ma­nuele “vi aumento le tasse” Bertoli, ha ri­cevuto a Bellinzona Roberto Maroni! Uella, com’è a che ad incontrare il go­vernatore della Lombardia su “Prima i nostri” c’erano i ministri dei partiti contrari a “Prima i nostri”? Quei partiti che hanno tentato di affossare la pre­ferenza indigena con un contropro­getto- sciacquetta venendo, per l’enne­sima volta, ASFALTATI dalle urne?

Cioè, fateci capire. Vi lamentate che ci sono Beltraminelli, Vitta e Bertoli e non dite un cip sull’assenza dei vostri?! Peccato che all’incontro non ci fossero né Gobbi né Zali. Probabilmente Zali era al gabinetto e Gobbi stava cambiando una gomma al suo blindato nel parcheggio del Governo. Stessa identica cosa con “Prima i nostri”, dove davanti all’offerta di avere una commissione a maggioranza UDC/leghista, i nostri rifiutano.

Rompere le balle è facile, governare un po’ meno.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!