Gli impuniti

Pubblicità

Di

Caso Consonni. Tutti ne abbiamo sentito parlare in questi giorni, anche perché è stato definito uno dei peggiori casi di malaedilizia in Ticino. Il sito della Consonni International Contract trasuda lusso. Palazzi, ville private, yacht. La ditta di arredamenti rivestiva e arredava posti da ricchi, sfruttando chi lavorava. Obbligando gli impiegati a dichiarare paghe che non vedevano nemmeno e facendoli lavorare anche 56 ora alla settimana.

Consonni ha il permesso B di residente, ed è uno dei famosi globalisti su cui abbiamo votato non molto tempo fa. I globalisti sono dei ricchi che non svolgono attività lucrative in Svizzera, e vengono tassati in base al dispendio con dei forfait fiscali, di solito favorevoli. Non vorremmo mica farli scappare no? Nel novembre del 2014, su una proposta della sinistra, il popolo aveva votato per abolire queste tasse forfettarie, ritenute inique. I ticinesi e la Svizzera tutta la respinsero. Siete matti a toccare le galline dalle uova d’oro?

Quadri, sempre pronto a difendere gli amichetti danarosi, scriveva addirittura:

“ (…)Tanto per cominciare, i “globalisti” non sono evasori legalizzati. Le tasse le pagano eccome. Certo, poche per rapporto alla loro forza finanziaria. Ma molte in cifre assolute. (…) I“superricchi” costruiscono residenze sfarzose, acquistano beni di lusso, frequentano ristoranti e alberghi, teatri, concerti e musei, e via elencando. (…) Ora, questi contribuenti, checché ne dicano i compagni, non sono uno scandalo. Sono una fortuna. E’ vero che pagano poco per rapporto alla loro ricchezza. Ma questo “poco” equivale comunque, in cifre assolute, a somme ingenti. Che si riversano nelle casse pubbliche senza nessuno sforzo, con contropartita pressoché nulla.”

E quando possono, sfruttano i poveracci per diventare ancora più ricchi. Ma io sono fiducioso. Prima o poi i ticinesi apriranno gli occhi. E ha fatto bene Matteo Pronzini a inoltrare immediatamente un’interpellanza in cui chiede se Consonni ha beneficiato dell’imposta forfettaria e a quanto ammontano le imposte pagate dal suo arrivo in Svizzera, e anche che il governo fornisca i dati relativi ai globalisti residenti in Ticino e gli importi fiscali degli stessi.

Intanto, continuiamo a essere incomprensibili. Blocchiamo le misure che combattono il dumping salariale, nonostante il mercato del lavoro peggiori sempre più, bocciamo una cassa malati unica quando i premi aumentano regolarmente, votiamo contro imposte eque per i ricchi… oh, ticinesi, sveglia, prima o poi ci troveremo in mutande e potremo ringraziare solo noi stessi.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!