Impariamo anche noi a rincorrere i dinosauri

Pubblicità

Di

Giacomo Mazzariol è un bambino come tanti, con una famiglia come tante. O forse no, la sua famiglia non è così comune come sembra, ha qualcosa di speciale.

Giacomo vive con la sua mamma, il suo papà e le sue due sorelle. Vive una vita tranquilla, una vita di bambino con il mondo ancora davanti ai suoi piedi. Questa vita viene cambiata quando un giorno mamma e papà gli annunciano che presto la famiglia si allargherà e che avrà un fratellino, ed è l’inizio di una grande avventura, tra alti e bassi, tra momenti gioiosi e momenti di fatica. Un viaggio nel mondo della Sindrome di Down, perché Giovanni nasce con un cromosoma in più. Un unico, minuscolo, piccolo cromosoma, che però cambia la vita di tutta una famiglia. Giovanni è speciale, vede il mondo con occhi diversi e per Giacomo riuscire ad accettare questo fratello è un lungo percorso che lo porta a vergognarsi di lui, nasconderlo agli amici, far finta di avere una vita come quella dei suoi coetanei. Fino al giorno in cui si rende conto del dono prezioso che gli è stato fatto e di quanto amore incondizionato Giovanni sia capace a dare. E così decide di girare dei video e di postarli su YouTube, ottenendo un grandissimo successo.

Giacomo decidere di condividere la sua esperienza scrivendo anche un libro, intitolato “Mio fratello rincorre i dinosauri”. Anche il libro ha successo, perché è una storia vera, raccontata senza veli e senza paura. Tra le righe si trovano umorismo, amore, affetto, valori, come pure rabbia e vergogna, che però ad un certo punto se ne vanno per lasciare il posto alla vita di quando una persona abbraccia e accetta la diversità dell’altro. Ho amato questo libro, me ne sono innamorata e mi sono commossa. Ho regalato questo libro a mio figlio, con la speranza che riesca a rendersi conto ogni giorno che la diversità può essere un valore aggiunto, una risorsa e non solo un ostacolo. Confrontarsi con qualcuno o qualcosa di sconosciuto spinge molte volte le persone alla chiusura, un atteggiamento spesso dovuto alla paura. Giacomo e Giovanni ci insegnano che siamo tutti diversi, ma tutti belli e speciali nelle nostre diversità, nella nostra unicità. E ci ricordano che la convivenza, anche se faticosa e non sempre rosa e fiori, è possibile e arricchente.

A volte mi chiedo in quale direzione stia andando questo mondo, nella sua corsa così frenetica verso la perfezione, il pensiero del “tutto subito”, l’ansia di avere successo, l’asticella sempre più alta, le selezioni nel mondo della scuola o nel mondo del lavoro. Al mondo ci vorrebbero molti più Giacomo e Giovanni che ci insegnino a rincorrere i dinosauri.

Giacomo Mazzariol, “Mio fratello rincorre i dinosauri”, ed. Einaudi.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!