“Miti (che fanno comodo solo a pochi) da sfatare”

Di

Se uno prendeva 5000 franchi e glie ne offrono 3500 fa bene a rifiutare e ti fa anche un favore: non contribuisce all’abbattimento dei salari in atto in questo cantone. Gli stessi salari che poi non permettono di pagare tasse decenti o di spendere locale e per cui poi ti serve l’aiuto dello stato per arrivare a fine mese.

Gli stessi salari che poi costringono i negozi a chiudere perchè la gente non ha più soldi e lo stato a fare manovre di rientro perchè ha le casse vuote.

Gli ammortizzatori sociali servono anche a non mandare a puttane completamente il mercato del lavoro, non solo ad aiutare chi se la passa male. è chiaro che i Siccardi vari spingano per togliere una delle poche cose che non costringe il residente ad accettare le paghe da sfruttamento.

Perchè naturalmente nell’informazione di questo bellissimo cantone, l’approfittatore non è chi scarica i costi aziendali sullo stato, pagando la gente meno del 70% di quello che prendeva prima, no, l’approfittatore è il disoccupato che non accetta le paghe ridicole.

La disoccupazione non è un aiuto sociale, è un assicurazione che si paga. Se mi distruggono la macchina non ho mai sentito nessuno dire: “non la faccio mettere a posto perchè non sono un’approfittatore”. Vi hanno licenziato e scaraventato contro un platano: la disoccupazione è un diritto che vi permette di cercare un lavoro adatto alle vostre capacità ed equamente retribuito, cioè di “rimettere a posto la macchina” e ripartire da dove eravate stati interrotti, non da un terzo del salario in meno.

Potete permettervi di non accettate queste ridicole mance spacciate per salari? FATELO. Vi offrono un salario che è meno della disoccupazione? Alzatevi ed andatevene. State facendo un servizio a questo cantone.

Chi può ancora permetterselo (perché ormai siamo a questo punto), non si svenda solo perché è in atto una campagna per farvi sentire persone che non valgono un cazzo.

Francesco Sottobosco

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!