“Perché Pantani resta al suo posto e io vengo licenziato?”

Pubblicità

Di

Curioso quesito quello posto da un dipendente del comune di Chiasso, un assistente della polizia comunale incorso in un’inchiesta penale con relativa condanna a una pena pecuniaria sospesa per aver partecipato a una truffa ai danni di un’assicurazione.

Ci immaginiamo il classico scenario. Faccio figurare un furto che non c’è stato, supponiamo, e poi faccio credere all’assicurazione che il reato è reale. Ma la domanda che si pone il tapino è un’altra, ed è decisamente imbarazzante per il Municipio e per la municipale Roberta Pantani: perché il fratello della vicesindaca, recidivo e condannato anche lui penalmente a una pena pecuniaria, ha mantenuto il suo posto venendo addirittura promosso? Promozione che aveva sollevato l’indignazione di alcuni consiglieri comunali (leggi qui) e che era sfociata addirittura in una denuncia della stessa Pantani, ritenutasi offesa per i dubbi espressi dai consiglieri, ma che si è beccata un bel non luogo a procedere. Bene, ora quei dubbi si fanno più pesanti.

Ruggero Pantani ha mantenuto il suo impiego ed è stato promosso, mentre l’ausiliario di polizia è stato licenziato. È evidente anche a livello legale la disparità di trattamento, ed è proprio questa disparità che invoca il dipendente Comunale. Il Municipio si trova perciò di fronte a un bivio e dovrà, probabilmente, tornare sui propri passi. Noi polli, invece, crediamo che si sarebbe dovuto licenziarli entrambi.

Nelle istituzioni pubbliche non ci dovrebbe essere posto per queste “sbavature”.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!