Prof. Marco Bassani chi?

Di

Grazie alla sfuriata anti RSI/Billag del sempiterno leader morale della destra ticinese, che regolarmente sbuca dal suo guscio dell’alta finanza per degnarsi delle piccole cose di questo povero Ticino, abbiamo scoperto un professore italoamericano inspiegabilmente rimasto ignoto a queste latitudini, salvo dalle parti della Facoltà di Teologia di Lugano.

Possiamo così finalmente apprezzare il grande contributo dato al mondo dal professore/ideologo in questione, purtroppo ingiustamente ignorato pure dalla politica italiana visto l’esito della sua candidatura nella fantozziana lista “Fare per fermare il declino” alle elezioni lombarde nel 2013. E pensare che era un personaggio di spicco di quel movimento politico di destra che ambiva a governare l’Italia, fondato da Oscar Giannino, affabulatore televisivo onnipresente, già candidato Premier, poi miseramente schiantatosi per essersi attribuito inesistenti lauree in economia e diritto, oltre a fantomatici masters oltreoceano.

Restano comunque indelebili nel web i proclami elettorali del professore (quello con la laurea vera) che definisce i ticinesi come “compatrioti lombardi che hanno la fortuna di vivere sotto la Svizzera”, “liberi perché svizzeri”. Da lombardi graziati dalla storia, siamo riconoscenti a Tito Tettamanti per averci aperto gli occhi sulle malefatte della RSI e sul valore del genio incompreso che abbiamo tra di noi.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!