Scusa Tettamanti, ma chi credi di essere?

Pubblicità

Di

L’incontinente Tito Tettamanti si è visto pubblicare oggi dal Corriere del Ticino una offesa lettera inviata a Maurizio Canetta la settimana scorsa. Motivo del contendere? Il finanziere, che cosa c’entri con la RSI lo sa solo lui, è incazzato nero perché due giorni prima del voto americano è stato mandato in onda un documentario su Noam Chomsky, e perciò afferma convintamente che voterà Sì all’iniziativa No Billag.  E che prima non la pagherà più. Non ci state capendo niente? Tranquilli, non siete i soli.

Abbiamo piacere che egli abbia delle opinioni su tutto lo scibile umano, ma corre l’obbligo di ricordargli che la RSI non è sua. Sebbene lettere come questa e quelle che settimanalmente spedisce al mondo intero siano ingerenza allo stato puro, viste la sua potenza economica e la sua influenza, la sua opinione conta come quella del Gigi di Viganello. Tettamanti dall’alto di cosa pontifica sulla RSI? Dall’alto di cosa s’incazza perché intellettuali da lui proposti non vengono invitati alle trasmissioni di Comano? Dall’alto di cosa pretende che un documentario vada in onda con un piccolo riassuntino che spiega prima all’utente chi sia Noam Chomsky solo perché personaggio a Sua Eccellenza sgradito?

Pretestuosità allo stato puro. Cosa porterebbe l’accettazione dell’iniziativa No Billag è chiaro a tutti: salterebbero posti di lavoro, decine di famiglie andrebbero in difficoltà, la qualità e la funzione della nostra radiotelevisione ne risentirebbero. Davanti a tutto ciò, Tettamanti afferma convinto (come se interessasse a qualcuno) che appoggerà il progetto di mandare sul lastrico la RSI. E perché? Perché il lord non gradisce la programmazione, perché non ascoltano i suoi dotti consigli, perché non invitano i suoi protetti. Se queste non sono volontà di dominio, ingerenza e influenza da parte di certi poteri diteci voi a cosa siamo di fronte.

Il concetto di libertà dell’incontinente Tettamanti è questo: io ho la libertà di dire sempre quel che voglio, ma se la RSI non esegue i miei ordini io voto contro la Billag. La continua rabbia, l’offesa costante in sé, il dispiacere e l’attaccar polemica sulla qualunque non fanno bene: portano all’ulcera, al cattivo umore. Ci sono tante case anziani dove Tettamanti potrebbe trovare la quiete con un bel telecomando in mano.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!