UDC Lugano multikulti

Di

Qualcosa si era già intuito con la presidenza sezionale attribuita a Tiziano Galeazzi, il fascinoso brizzolato discendente da famiglia patrizia malcantonese e dal nobile popolo andaluso, ovvero dagli abitanti di quel remoto lembo iberico posto alla latitudine di Algeri e Tunisi e dominato per secoli dai musulmani.

Con il recente rinnovo del comitato, l’UDC di Lugano rafforza la svolta multiculturale, integrando in ruoli dirigenziali giovani naturalizzati, nati a sud e nelle martoriate terre a cavallo tra oriente e occidente.

Dopo un ventennio di sfottò, insulti e denigrazioni a giovani politici ticinesi invisi per le origini straniere e il loro passato migratorio, possiamo confidare che la destra nostrana abbia finalmente messo in soffitta questi pregiudizi. Guardiamo ai politici e ai concittadini per quello che sono: persone.

Durerà?

 

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!