UDC: no alle guardie di confine. Gobbi disperato

Pubblicità

Di

Doccia fredda per Norman. La Lega va d’accordo con l’UDC fino a che i populismi non si scontrano con il pro saccoccia: poi son dolori. Tu vuoi più guardie di confine per far vedere quanto sei nerboruto e volitivo nel gestire la terribile ondata migratoria (che è diminuita del 50% rispetto all’anno scorso) e l’UDC non vuole mai spendere un copeco nel pubblico. Poco importa che siano infermieri, docenti o poliziotti.

Ecco così che la frazione UDC a Berna ha voltato le spalle al suo ex candidato e membro onorario Norman Gobbi. Dopo aver sbandierato a destra e a manca la necessità di rafforzare le guardie di confine, ha fatto l’altro giorno un brusco dietro front (ne abbiamo già parlato QUI oggi). I soldi non ci sono secondo Ueli Maurer, che ha fatto prevalere la sua linea, costringendo la deputazione a rinnegare quanto detto fino a poco prima.

Sta di fatto che la famosa emergenza migranti si è dimostrata effettivamente una fuffa, con persone che perlopiù volevano solo attraversare la Svizzera per raggiungere altri paesi. Anche la massa di immigrati a Como è stata più costruita ad arte da Gobbi che altro, con continui respingimenti. Infatti i numeri parlano da soli: se questo mese l’arrivo di migranti è diminuito del 5%, sono diminuiti, come dicevamo del 50% rispetto all’anno precedente.

Che stia sereno allora Norman Gobbi: tutte quelle guardie in fondo non gli servono, dovrà trovare qualcosa d’altro per farsi bello presso il suo elettorato.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!