Giovanni, hai fatto un buon lavoro

Pubblicità

Di

Di Giovanni Orelli potrei dire un sacco di cose. Potrei dire che era nato nel 1928, che è stato professore al liceo di Lugano, che ha vinto un fottio di premi per i suoi libri e le sue poesie. Che è stato un magistrale narratore delle nostre realtà di paese di valli e di laghi.

Ma quando penso a lui, che è e sarà sempre un’icona nel Ticino del ventesimo secolo, vedo immancabilmente, e scusatemi, quella splendida boccia pelata, sotto la quale roteano i suoi occhietti vispi e i baffetti. Onestamente, Orelli era talmente antico che non so nemmeno se li abbia mai avuti i capelli. A farne la caricatura ti basterebbero pochi tratti, dal tanto che era unico, sia come personaggio sia come pensiero. Perché il bello di Orelli era ascoltarlo quando parlava. In un’intervista del 2014, diceva:

La parola giusta a volte è difficile da trovare. Io ho in mente Giacomo Leopardi che, quando scriveva, metteva magari al posto di una parola sopra 10, 12, 15 altre parole e dopo a un certo punto doveva scegliere.”

Questo è il piccolo dramma di quelli come Orelli. La parola non è mai sufficiente in fondo, perché a scrivere sono la mente e i sentimenti e il nostro vocabolario, per quanto ricco a volte, non è in grado di tradurre fedelmente ciò che si agita nel nostro animo. Con il viaggio di Orelli per altri lidi, se ne va dalla nostra piccola fetta di mondo una mente acuta, saggia, gentile e piena di delicatezza.

Mi spiace solo di non averlo conosciuto personalmente. Ho però conosciuto sua figlia Chiara, una donna anch’essa piena di eleganza, gentilezza e umanità. E, a prescindere da libri e poesie, se quello che fa un uomo si rispecchia nei suoi figli, di Giovanni possiamo solo dire che ha fatto un ottimo lavoro.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!