Guerre tra poveretti

Pubblicità

Di

A Lugano basta una striminzita bancarella pubblicitaria in piazza Dante durante il periodo prenatalizio per seminare lo scompiglio e far scattare il comandante della Polizia, il capodicastero Bertini e l’amministrazione comunale (pare che almeno il Vescovo per il momento sia stato lasciato tranquillo).

Risultato: cacciati senza appello e, con ogni probabilità, illegalmente. Tolleranza zero verso quelli che osano invitare ad andare a far la spesa oltrefrontiera. Lucibello, patron della grande distribuzione, applaude soddisfatto.

Ma come? Non è forse il più grande e inquinante centro commerciale del Ticino quello che organizza i bus shuttle da Milano e sponsorizza le squadre italiane di calcio (Como) e basket (Cantù)? Non è dall’Italia che arrivano a Mendrisio milioni di clienti attratti dalla pubblicità con la volpe?

Per favore, non facciamoci compatire!

unnamed-5 unnamed-7 unnamed-6 unnamed-8

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!