“La Mirra mi ha rotto i coglioni”, Baldassarre bandito dai presepi luganesi

Pubblicità

Di

I preparativi per il Natale in Ticino hanno subito un clamoroso scossone a causa delle dichiarazioni dell’ex sindaco Giorgio Giudici, inferocito contro il possibile approdo nel cantone di tre migranti provenienti dal Medio Oriente, pare a dorso di cammello. Le guardie di confine sono già in stato d’allerta, pronte a fronteggiare i pericolosi contrabbandieri che secondo informazioni non confermate potrebbero importare illegalmente nel paese sostanze pericolose spacciandole per doni natalizi.

Le posizioni di due dei tre migranti, Gaspare e Melchiorre, sono al vaglio degli inquirenti, mentre il capo del terzetto, tale Baldassarre, sarebbe stato identificato come un pericoloso criminale, già noto ai servizi, che avrebbe intenzione di far entrare nel paese una sostanza che fa molto discutere e contro la quale Giudici ha lanciato una vera e propria crociata.

“L’oro va benissimo, ci mancherebbe –avrebbe dichiarato il popolare politico- e passi pure anche l’incenso, ma la mirra no! Oltretutto nessuno ha mai capito che cazzo sia! E comunque viva la Befana”

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!