“Siamo comunque vulnerabili”

Pubblicità

Di

L’attentatore tunisino di Berlino è stato fatto secco – per caso – a Sesto S.Giovanni: girava smarrito (o aveva in programma l’incontro con qualche complice?) e una pattuglia lo ha fermato e dopo che ha aperto il fuoco su un agente, l’altro lo ha stecchito con un preciso colpo. Fin qui la cronaca. Ci sono volute 4 ore per capire che il morto è Anis Amry, il malvivente più ricercato d’Europa. Ma ciò che mi impressiona di più è come la politica (italiana, tedesca ed europea) si è fiondata sulla notizia, strumentalizzandola immediatamente e senza alcuno scrupolo: agenti bravissimi, servizi efficientissimi, sicurezza ai massimi livelli e via di iperbole in iperbole. Ma mi domando: come si fa a spararle così grosse, dopo che costui da lunedì a giovedì notte se n’è andato dal luogo della strage, attraversando indisturbato mezza Europa ed essere finito – per caso! – nell’hinterland milanese? Evidentemente è la solita nube di fumo alzata ad arte per nascondere verità scomode: costui era stranoto ai servizi fin da quando è sbarcato a Lampedusa nel 2011, ma lo si è -colpevolmente- lasciato andare ad infoltire i lupi solitari che poi ne combinano di cotte e di crude, e dopo – solo dopo!- ci si stupisce. Togliamoci ogni illusione: siamo comunque vulnerabili.

Alberto Leggeri

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!