Premio Tutankhamon

Pubblicità

Di

Fantastica performance del reparto geriatrico della Lega/UDC/indipendenti/Noce/settenani/gruppo carnevale Grono. La simpatica armata si presenta sul Mattino della Domenica con grande pompa. Inneggiando al cambiamento, perché questo orrido Municipio sinistrorso ha fatto solo danni.

Allora, iniziamo: “cambiamento, questa è la parola chiave”. Cambiamento? Parlate di quel rigommato di Bruschi? L’ennesimo furbo talmente attaccato al cadreghino da cambiare casacca con grande eleganza pur di lasciarci le chiappe attaccate? O Lelia Guscio? Che se le dai un coppino sulla nuca cade la maschera e resta il teschio? Od Orlando Del Don, il nuovo che avanza? Ma seguitiamo affamati come manguste in letargo, a sentire che ci dice l’entusiasta accozzaglia:

Una lista, un cambiamento. Una lista che conta persone di esperienza che, unite, vogliono anteporre agli steccati politici la volontà di cambiare finalmente la politica della Capitale.

Steccati politici? Aé, manca davvero il partito dell’ombrella e poi c’erano tutti. Grandi rimpianti per la serietà del ristoratore Lele Delcò. “La lista si compone di sette persone, ognuna formata in un proprio campo politico.” Come Fallon Ciapini, animatrice al Bagno pubblico di Bellinzona. In cosa è formata, esattamente, la Fallon politicamente? Nel gonfiare i braccioli ai monelli? C’è da dire comunque che con la zumba acquatica la ragazza va da Dio.

Una lista forte, una lista pregna di cambiamento per il cambiamento.” Talmente pregna, che un po’ di cambiamento, se non stanno attenti, rischia anche di colare fuori e sporcare il bel selciato nuovo di Belli. Buona fortuna comunque, sia al reparto geriatrico che alle formatissime nuove leve. Peccato solo per il Brenno, il suo sorriso ribaldo ci mancherà. Possiamo solo rimpiangere la sua umiltà.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!