“Stop ai tagli”. Manifestazione a Bellinzona

Pubblicità

Di

Oggi la sinistra, unita come non mai, è scesa in piazza a Bellinzona contro i tagli e contro i regali agli azionisti e alle aziende previsti dalla Riforma III. Mezzo migliaio di persone si sono riunite sul porfido della Piazza della Foca, di fronte ai cedri secolari, per comunicare al governo la loro rabbia. Comunisti, verdi, socialisti, MpS, POP, i sindacati (UNIA e VPOD) si sono alternati sul palco con i loro discorsi nel freddo del clima ma nell’entusiasmo del pubblico, che raccoglieva i raggi di sole sulla piazza bellinzonese.

E mentre le parole si susseguivano, la Foca immota nel suo gioco di pietra osservava la folla, composta da bambini, donne, giovani e meno giovani che avevano lasciato la comodità di casa sfidando il freddo perché fiduciosi in un altro modo di fare politica, in un modo diverso di vedere le cose, che non si limiti al solo denaro ma anche alla qualità della vita, alla felicità degli individui.

Un simpatico siparietto si è tenuto di fronte alla cancellata del Palazzo delle Orsoline, con le mutande stese anch’esse al sole a rappresentare, appunto, i cittadini rimasti in mutande a causa dei continui tagli. Dopo la manifestazione, c’è stato un momento di allegria con la pasta e fagioli, offerta gratuitamente ai convenuti e ai simpatizzanti. Centinaia di persone hanno mangiato in compagnia, perché la politica è anche comunione e convivialità. E non dimentichiamo che il termine compagni viene dal latino: cum panem. E che modo migliore per creare complicità, tessere amicizie e credere in noi stessi, che dividere insieme un pezzo di pane?

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!