“A Zurigo ci prendono per cazzoni”

Di

Insomma, il Ticino non fa molto per farsi apprezzare. Qui a Zurigo ci prendono proprio per dei sempliciotti un po’ cazzoni. E questo non a causa della scrittrice “colonialista” Kathrin Ruegg che ha descritto la Verzasca e il Ticino come luoghi idilliaci con caprette e pecorelle e popolati da gente sempre un po’ brilla che canta lavorando. No, possiamo ringraziare la Lega (così come l’Italia può ringraziare Berlusconi) se l’immagine che si ha del sud ticinese (e italiano) delle Alpi è più sporca di uno zerbino usato.

Lucilla Ferrara

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!