Cattaneo: l’inquinamento arriva dall’Italia

Pubblicità

Di

Scatenato all’idea di liberarsi della politica a breve, Rocco Cattaneo sta dando il meglio di sé: ieri sera a Teleticino, incalzato da quel segugio d’altri tempi che è Righinetti, è riuscito a sostenere a più riprese una cosa veramente bellissima. Secondo il presidente PLR, infatti, l’inquinamento arriva dall’Italia. Col vento. E l’ha detta così, come se fosse un Marchesi o un Pinoja qualunque.

Prima di prendere certe iniziative e demonizzare gli automobilisti bisogna capire bene, afferma Cattaneo, di cosa si stia parlando. Lo produciamo noi questo inquinamento? Secondo lo scienziato Cattaneo no: dal suo osservatorio di Bironico, infatti, ha affermato che si vedeva chiaramente, in mattinata, come la nube arrivasse da sud spinta dai venti e da Eolo. Siamo al tragicomico.

Vorrebbe cercare le cause, Cattaneo. Gli diamo un paio di dritte. Potrebbe andare a vedere quante ditte estere stanziatesi in Ticino assumono solo frontalieri che intasano le nostre strade, devastando il nostro territorio sia dal punto di vista edilizio sia da quello ambientale. Potrebbe guardare i dati dell’inquinamento nel Mendrisiotto, potrebbe parlare con famiglie che non possono neanche più aprire le finestre perché gli diventan neri casa e polmoni. Difende la categoria automobilisti, il signor City Carburoil. E per carità, ci sta. Ma quando scendi in politica dovresti evitare di avere conflitti d’interesse così grandi.

La speranza è che non coltivi la sua passione da scienziato una volta smessi i panni del politico, non è portato. Ma se volesse approfondire il tema, è semplice. Si chieda “Perché in Ticino non c’è più un metro quadrato di verde?”. E si dia una risposta.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!