Pontiggia, la familiarità e la compiacenza

Di

Secondo il benpensante direttore del Corriere del Ticino invitare Maurizio Rotaris alla RSI è uno scandalo. E se l’ex terrorista compare due volte in sette anni in una trasmissione si tratta senza dubbio di “familiarità” con l’ente di Comano.

E pensare che neppure un mese fa lo stesso noto personaggio veniva premiato per il suo impegno a favore dei senzatetto e della solidarietà, assieme alla band musicale da lui fondata, da una giuria comprendente personaggi come Vittorio Feltri (Libero), Alessandro Sallusti (Il Giornale) e ben due direttori di testate cattoliche e vicine al Vaticano come don Antonio Sciortino (Famiglia Cristiana) e Marco Tarquino (Avvenire). Il tutto sotto il patrocinio della città di Milano e della Regione Lombardia a guida leghista/ciellina.

Pontiggia è un caro amico di parecchi dei citati giornalisti; oserebbe definirli compiacenti come ha il coraggio di fare con Canetta e la RSI?

Ci viene da pensare a quei tempi dove il Corriere non era diretto da Pontiggia e faceva giornalismo vero, collaborando con giornalisti del calibro di Rita Porena, una alla quale non faceva assolutamente schifo intervistare terroristi come il numero 2 dell’OLP e fondatore di Settembre Nero Abu Ayad. Un’intervista che il Corriere del Ticino pubblicò il 19 settembre 1980, e che in Italia fu oggetto di numerosi atti parlamentari.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!