Romano, lo respiri anche tu questo schifo d’aria

Pubblicità

Di

Evidentemente è così, Romano non ce la fa, non capisce. Perché qui si esce dal campo delle opinioni e si entra in quello dei dati di fatti oggettivi: come lo schifo d’aria che respiriamo, soprattutto nel Mendrisiotto. Il suo, Mendrisiotto.

Il consigliere nazionale PPD si è scagliato contro la decisione di rendere gratuiti i trasporti pubblici per provare a incentivare le persone a lasciare a casa l’automobile ed emettere meno polveri sottili in un momento critico come questo. Un ragionamento che non fa una piega: certo che non verranno abbattuti i picchi di agenti inquinanti, certo che non è la panacea di tutti i mali, ma è un primo passo. Innanzitutto verso un cambio di paradigma: con quello che costano i trasporti in Svizzera – andare in treno a Zurigo costa più che andare in aereo a Londra – di questa iniziativa è anche apprezzabile il senso, oltreché il motivo strettamente attuale. Plauso quasi unanime, ma poi arriva Marco Romano che no, chissenefrega delle polveri sottili, chissenefrega delle tabelle che Bang e Durisch diffondono con solerzia e disperazione. Infatti, la sua opinione è questa: “Di gratuito non c’è nulla. Infrastruttura e servizio sono quotidianamente e da anni pagati da abbonati regolari (sempre di più), cittadini che pagano le tasse, automobilisti e fruitori occasionali! Tutto questo in un’era in cui si pretende/immagina che l’Ente pubblico possa e debba fare tutto! Al posto di misure eclatanti e proposte roboanti (sull’efficacia non ci sarà mai unanimità), ognuno è responsabile delle proprie scelte quotidiane!

E fioccano le domande. La prima, fondamentale: che ci sta a fare in Municipio e in Consiglio nazionale? Se “ognuno è responsabile delle proprie scelte quotidiane”, allora a cosa servi tu, Romano, e a cosa servono quelli che come te vengono eletti? Se vuoi una Repubblica fiumana di stampo dannunziano io posso anche essere d’accordo, ma penso impazziresti nel giro di venti secondi.

Marco Romano vive a Mendrisio? Bene, gli diamo questa rivoluzionaria novità: quello schifo d’aria, la respirano anche lui, la sua famiglia, i suoi amici. Non è che siccome è del PPD e gli sta sulle balle chiunque lotti per la qualità dell’aria lui sia esentato dal respirarla.

Siamo tutti sulla stessa barca, Marco. Ed è una barca che si sta lanciando su uno scoglio. Remiamo insieme o, per far un piacere a qualcuno, andiamo a schiantarci? Facci sapere.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!