“Svizzera di carta”

Di

Questa ve la devo raccontare!
Lavoro in ufficio dove si parla prevalentemente tedesco e francese e ho a che fare con la clientela telefonica.
Stamattina suona il telefono, un signore di una certa età inizia a parlarmi, chiaramente in schwizerdutsch, gentilmente gli chiedo se può parlarmi in tedesco così da capire bene la sua richiesta, e mi risponde chiedendomi se sono polacca o ungherese. Gli dico “no sono proprio svizzera”, e lui “sì una di quelle svizzere di carta” (naturalizzati ndr).

“No signore sono ticinese”

“Ah…”

Ecco anche questa é la Svizzera, che vergogna.

Jessica Bottinelli

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!