Donatello Poggi: e la Bosia Mirra?

Di

Oggi s’è presentato in aula per l’udienza di appello Donatello Poggi, insigne nullità del panorama politico ticinese, a processo per ripetuta discriminazione razziale. Nel novembre 2012, il Poggi era stato segnalato per due articoli in cui aveva minimizzato e messo in dubbio il massacro di Srebrenica, in cui 8’000 musulmani bosniaci venero trucidati dall’esercito Serbo.

Per fare divertire tutti e con la sua solita paranoia da Calimero, il Poggi si è presentato munito di un cartello con scritto: “e la Bosia Mirra?”

Non ci è dato sapere cosa volesse intendere il Poggi. Perché molte cose restano senza risposta. E la strage di Ustica? E l’uovo o la gallina? E i marò? Quando perdi i chili dove vanno a finire? Qual è l’origine dell’universo? Se c’è il latte di cocco, perché le noci non hanno i capezzoli? E le foibe? E i calzini che perdi nella lavatrice dove finiscono? L’uccello dell’orologio a cucù come fa a sapere quando c’è l’ora legale?

Ci uniamo a Poggi, con questa sequela di domande a cui nessuno è ancora riuscito a dare risposta.

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!