“Uomini e topi”

Pubblicità

Di

L’ultima spiaggia per reazionari, fascisti, bigotti, complottari, omofobi, e fanghiglia varia, è diventata quella di cercare di passare per martiri e di attribuirsi una qualche parvenza di vittimistica santità definendo il proprio retrogrado pensiero “Non Conforme” o tuonare contro il “pensiero unico”.
Come se la difesa e la promozione dei diritti umani e civili fosse una moda a cui accordarsi, anzichè l’assoluta normalità che dovrebbe regnare in ogni Paese e consesso civile. Come se pretendere uguali diritti per tutti a prescindere da genere, nazionalità, religione e orientamento sessuale fosse un’imposizione tirannica e totalitaria, anzichè il dovere di ogni cittadino di ogni singolo Stato.
All’improvviso, grazie agli sproloqui di Adinolfi o qualche ipocefalo di Casapound o Forza Nuova, scopriamo che sull’aborto il popolo italiano negli anni Settanta ha sbagliato tutto e che quindi ora difendere la libertà di scelta della donna rispetto al proprio corpo è diventato mainstream, ora fa più figo invadere una città per far parlare da un palco un tizio che dice che il marito fa bene ad ammazzare la moglie, adesso è un atto rivoluzionario far crepare giovani donne in una fetida corsia d’ospedale perché la tua coscienza del cazzo ti dice che fare il tuo lavoro da ginecologo vuol dire essere schiavi del Pensiero unico.
Scopriamo di colpo che voler essere considerati una famiglia a prescindere dal partner e avere diritti uguali per tutti è una moda del momento, e che occupare abusivamente una piazza per impedire ad altri di avere i nostri stessi diritti è una grande azione di resistenza passiva contro il Sistema satanico e sodomita; alla fine poi ci siamo anche accorti che c’è in giro una specie di virus che chiamano buonismo, che consiste nel comportarsi da esseri umani versi altri esseri umani che stanno peggio di noi, e che spesso fra i vari sintomi presenta frequenti attacchi di benaltrismo, ovvero la pressante necessità di dover sempre trovare un problema più importante di quello di cui si sta parlando, anche a costo di inventarlo.
In ultimo, Adinolfi ci rivela oggi che è “pensiero non conforme” opporsi alla libertà di scelta da parte di ogni individuo di smettere di patire atroci sofferenze e andarsene con dignità.
Quindi, cari amici, improvvisamente dobbiamo prendere atto che siamo tutti delle pecore! Che difendere i diritti fondamentali di ogni essere umano è mainstream!
E allora basta, facciamo gli alternativi! Buttiamo a mare i clandestini, chiudiamo gli ospedali che praticano aborti e magari mandiamo pure in galera i medici, prendiamo a bastonate i gay (solo loro, però: le lesbiche no altrimenti poi addio filmini porno)!

Poi, però, dopo, troviamo uno scoglio alto e ripido, e teniamo fede al principio che gli animali sono meglio degli esseri umani e imitiamone uno in particolare, piccolo e tenero: i lemmings.

Marco Narzisi

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!