Christo e la nuova passerella sul Ceresio: il progetto al via

Di

Lugano e il Ceresio potrebbero presto vantare un nuovo gioiello.
La Città ha infatti intavolato una trattativa con l’artista statunitense Christo, autore della celebratissima passerella “Floating Piers” sul lago d’Iseo, dichiarata l’opera d’arte più visitata nel 2016: allo studio la realizzazione di un’installazione analoga ma di proporzioni decisamente più monumentali, un ponte galleggiante che colleghi il LAC al Casino di Campione D’Italia, i due colossi che si fronteggiano sulle rive opposte del Lago.
La grande opera, nelle intenzioni della Città di Lugano, dovrebbe rendere in modo tangibile l’idea di un legame fra il nostro Paese e l’Italia (di cui fa parte l’enclave di Campione d’Italia), una rappresentazione fisica, ancorchè simbolica, degli scambi a livello culturale, umano e sociale fra le culture dei due Paesi confinanti e in particolare della Regio Insubrica di cui il nostro Cantone fa parte e di cui è presidente il Consigliere di Stato Norman Gobbi. 

La passerella sarà lunga circa 6km, 2km in più rispetto a quella realizzata da Christo sul Lago d’Iseo, e verrà costruita con le stesse tecniche; essa verrà inoltre munita di un ponte girevole, studiato sul modello di quello esistente nel porto di Taranto, che permetterà il passaggio dei battelli della Società di Navigazione sul Lago di Lugano onde evitare l’interruzione del servizio:  l’attivazione del ponte sarà affidata a personale ticinese formato al riguardo, il che comporterà la creazione di circa 10 posti di lavoro nel nostro Cantone.

L’opera avrà un costo totale di circa 3 milioni e mezzo di franchi, di cui 2 milioni verranno stanziati direttamente dal Comune di Lugano, sponsor principale del progetto, 1 milione verrà corrisposto dalla Regione Lombardia e il resto verrà ricavato da finanziamenti e donazioni private: per le aziende che vorranno finanziare il progetto è prevista la possibilità di ottenere un ritorno in pubblicità tramite apposizione di loghi sulla passerella.
Christo è già a Lugano in questi giorni per i primi studi di fattibilità, successivamente sarà il Consiglio Comunale ad esprimersi sulla concessione del credito, analogamente a quanto farà il Consiglio Regionale della Lombardia.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!