La miliardaria cerca soldi

Di

Magdalena Martullo-Blocher, quattro miliardi di patrimonio personale – immaginatevi il padre –, ha appena spedito ai suoi compagni di partito e a (molti) imprenditori vicini all’UDC o quantomeno amici di famiglia una polizza di versamento chiedendo sostegno economico per il comitato contrario alla Strategia energetica 2050 in votazione a maggio. E no, non è una battuta. Come non è una battuta il fatto che nella lettera che accompagna la polizza sia scritto che la risposta deve arrivare entro una settimana. Infatti, l’agenzia di comunicazione che si occupa della campagna – casualmente di proprietà dell’ex presidente UDC Toni Brunner, ah gli amici! – deve sapere quanto può spendere.

Questa gran fretta è motivata, stando alla stampa romanda, al fatto che di soldi non ne stanno arrivando. Per ora, i bonifici arrivano a 2 milioni di franchi. Una follia per noi comuni mortali, briciole per i “nemici delle élites” (sì, potete ridere) democentristi.

Pare che alcune risposte arrivate alla signora Martullo-Blocher siano state negative perché ella stessa in fase di raccolta firme affermò che si sarebbe impegnata personalmente anche a livello economico per questa votazione. Ed effettivamente, se una con quattro-dicasi-quattro miliardi di patrimonio ci venisse a chiedere dei finanziamenti col cappello in mano le rideremmo tutti in faccia.

Succede anche questo, nel magico mondo dell’UDC. Quel mondo dove a capo di imperi politici ed economici dicono di essere “contro le élites”, dove lo straniero è il problema numero uno ma EMS-Chemie cerca dagli ingegneri alla manovalanza sui portali di annunci tedeschi, dove i miliardari chiedono qualche soldino.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!