“Casellario? Sa tanto di scusa”

Di

Si può essere d’accordo o meno con l’obbligatorietà del casellario giudiziale, ma questa mi sa tanto di scusa.

Il casellario è sempre stato una misura provvisoria, lo ha detto più volte lo stesso Gobbi. Si sapeva che poteva rimanere in vigore fino al massimo all’accordo fra Svizzera e Italia e che doveva essere sostituita. È stato introdotto a seguito di una rapina a Novazzano, ma non ha fermato le rapine e sicuramente non le infiltrazioni mafiose nell’economia ticinese, visto che le organizzazioni criminali godono dell’aiuto di prestanome e intermediari.

La Lega per contro ha sostenuto tagli al sociale che hanno peggiorato la vite di centinaia di famiglie e addirittura ha chiesto altri 20 milioni di tagli supplementari per i capricci dei barricaderi ostriche e champagne… e adesso non ha il coraggio di votare il consuntivo? Almeno un minimo di onestà e di rispetto verso la gente che l’ha “pagato” caro questo preventivo e che continuerà a pagare dovrebbe averlo.

Il casellaro è “Una misura straordinaria e temporanea presa per tutelare la sicurezza e l’ordine pubblico sul territorio, introdotta a seguito di alcuni gravi fatti accaduti nel nostro Cantone” (rapina a Novazzano) FONTE: http://vais.ch/norman-gobbi-il-casellario-anche-per-contra…/

“Nel frattempo il Dipartimento delle istituzioni è stato incaricato di valutare possibili varianti della misura attuale ritenute compatibili con il diritto internazionale e che consentano di ottenere analoghi risultati in termini di sicurezza e di ordine pubblico. Le misure sostitutive subentreranno al più tardi con l’entrata in vigore degli accordi tra Svizzera e Italia”, FONTE: http://www.mattinonline.ch/gobbi-il-casellario-giudiziale-…/

Gigia Porta

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!