Caverzasio e l’infermiere arrestato, relazioni pericolose

Pubblicità

Di

State attenti cari lettori, questa è una bella storia. Succosa al punto giusto, perché comprende molti elementi e se volete capire dovete seguirci per benino. Cercheremo perciò di essere più chiari possibile.

È il 23 giugno scorso. I giornali danno una notizia relativa a un infermiere arrestato all’Ospedale pubblico Beata Vergine di Mendrisio. Il dipendente dell’EOC, svizzero, ticinese e non naturalizzato, come insinuano i soliti, avrebbe, secondo la procura, sottratto dei farmaci e messo in pericolo la vita altrui.

Lo stesso infermiere era però già stato sottoposto a inchiesta disciplinare per fatti analoghi, sfociata poi nell’interruzione del rapporto di lavoro da parte del Servizio di Assistenza e Cure a Domicilio (SACD). In seguito, era comunque stato assunto dall’Ente Ospedaliero Cantonale. Il soggetto, inoltre, postava su Facebook, nel settembre 2016, la notizia della sua assunzione presso l’EOC.

Puntualizziamo una cosa che serve a circostanziare meglio la nostra storia: la Lega di Mendrisio, nel settembre 2016, si era inalberata per l’assunzione all’OBV di un infermiere dimessosi precedentemente dal Civico di Lugano, in seguito alle accuse di molestie rivoltegli da una ventina di colleghe. Scriveva infatti la Lega: “Pensate forse che se non fosse stato per il nostro intervento e quello del Mattino, qualcuno avrebbe sollevato il caso? Siamo sicuri di no. E allora state pur certi che il soggetto si aggirerebbe ancora tranquillo tra le case del nostro Mendrisiotto”. Come dare torto ai leghisti?

C’è una cosa che lascia molto, ma molto perplessi. L’infermiere arrestato è di fede leghista. Bella forza direte voi, mica è una colpa: ce ne sono migliaia. Verissimo, infatti il problema non è questo, serve solo a far quadrare il cerchio. Verrebbe comunque perlomeno da pensare che qualcuno, all’interno del Consiglio d’amministrazione dell’EOC, avesse interesse ad assumere l’infermiere. Ma perché assumere un individuo senza chiedere referenze al suo precedente datore di lavoro? Il presidente del CdA dell’EOC è Paolo Sanvido, leghista, e nel CdA siede anche Daniele Caverzasio, capogruppo della Lega in Gran Consiglio. Ma basta direte voi, ce l’avete su con la Lega? Abbiate pazienza, ora spieghiamo.

Diciamo che il fatto che Daniele Caverzasio abbia una relazione con l’infermiere arrestato potrebbe interessare ai cittadini. Come mai la Lega di Mendrisio, indignata l’anno scorso, sembra scomparsa oggi? Permetteteci di parafrasare: “Pensate forse che se non fosse stato per il nostro intervento e quello del GAS, qualcuno avrebbe sollevato il caso? Siamo sicuri di no. E allora state pur certi che il soggetto si aggirerebbe ancora tranquillo tra le case del nostro Mendrisiotto”. Caverzasio sapeva che il suo compagno e convivente era sotto inchiesta per fatti analoghi presso il SACD al momento dell’assunzione presso l’EOC?

Com’è che si dice? A pensare male si fa peccato. Noi non pensiamo male. Ci fa piacere che Caverzasio e il suo amico siano felici, ma pensiamo anche che certe regole e un certo purismo indignato della Lega dovrebbero valere per tutti.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!