La BKA conferma che quella del Corriere è una bufala

Pubblicità

Di

Dopo le nostre rivelazioni di stamattina la Bundeskriminalamt (BKA) tedesca tirata in ballo dal presunto scoop del Corriere del Ticino, informata dell’accaduto, ha negato via mail che i documenti pubblicati siano loro.

La posizione del gruppo editoriale amministrato da Marcello Foa inizia a farsi insostenibile, e una replica è più che doverosa.

[j.sc]

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!