Autodenuncia

Pubblicità

Di

Oramai la moda è lanciata. Qualsiasi personaggio noto osi entrare in un negozio italiano parte il pubblico ludibrio sui social, puntualmente ripreso dalla stampa scritta. E lo scandalo è servito.

Negli ultimi giorni Lorenzo Mammone è stato colto in flagrante a paspare un melone alla Bennet. Ora è addirittura il turno della Consigliera federale Doris Leuthard, in vacanza nel Gambarogno, sconfinata per una spesa a Maccagno. Strano che nessuno abbia avuto da ridire delle vacanze sul lago di Garda e in Salento di Boris Bignasca, ma si sa come funziona l’indignazione fascioleghista.

Noi di GAS vogliamo, comunque, fornire un servizio di pubblica utilità: la possibilità di un’autodenuncia preventiva per chi si accinge a tradire la Patria dei consumi. Pensiamo noi alla foto segnaletica e a fornire al pubblico dati precisi sull’entità del misfatto. Garantiamo massima trasparenza e assistenza nella gestione delle veementi reazioni dei blogger inferociti.

Per i “gruppi di autoaiuto tra insubrici consumatori impenitenti” ci stiamo attrezzando.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!