Ferrari e fontane a Lugano

Di

Interrogazione in Municipio a Lugano di Sara Beretta Piccoli, Stefano Gilardi, Nicola Schoenenberger e Raoul Ghisletta. I Consiglieri comunali si rivolgono al Municipio in merito a un raduno di auto di grossa cilindrata tenutasi nel parcheggio del Conza, un tripudio di Ferrari e Porsche in pieno lustro di fronte al palazzetto delle manifestazioni.

Chi conosce la zona sa che attualmente viale Castagnola è chiusa per lavori e che il traffico è deviato in via Campo Marzio, proprio la strada che passa di fronte al Conza. Sommate il raduno, il traffico deviato e la situazione per i residenti diventa difficilmente sostenibile.

Ecco allora che i Consiglieri comunali chiedono per prima cosa se il Municipio fosse al corrente del raduno e, se sì, perché lo abbia permesso in una zona sensibile in seguito ai lavori. In dubbio viene messo anche l’indotto finanziario che certe manifestazioni creano, a fronte delle molestie legate al traffico e all’inquinamento che in situazioni critiche come quelle estive sembrano venir sempre ignorate.

Non senza ironia, i Consiglieri si chiedono come mai non si possa:

“…riproporre le “fontane colorate”, a causa del rumore (magari anche solo per qualche mese estivo, come si fà per la musica sulla Rivetta Tell durante il Long Lake Festival), mentre durante tutto l’anno vi sono veicoli (oltremodo rumorosi) che circolano costantemente sul Lungolago cittadino?”

Ricordiamo che le fontane non sono state ripristinate a causa del “rumore molesto” verificato da una perizia chiesta da una sola persona nel 2014.

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!