Quadri sempre ultimo, cheppalle!

Pubblicità

Di

Interessante la classifica dei più influenti in parlamento compilata a Berna come ogni anno.  Ma ancora più interessante è la denominazione del Sonntagszeitung: se infatti troviamo Lombardi e Cassis tra i più influenti, Lorenzo Quadri si ritrova regolarmente a fare il fanalino di coda nella “flop 15” ovvero la quindicina dei 240 parlamentari che meno contano e influiscono sui lavori a Berna.

Un percorso che ricorda quello di un sasso in riva alla Maggia. Sempre lì fermo da anni. Il suo lavoro come parlamentare a Berna non evolve di un millimetro e Lorenzo è decisamente sempre l’ultimo della classe, è l’allievo che ai tempi del maestro Perboni del libro Cuore  sarebbe stato dietro alla lavagna con il berretto da somaro. Scrivevamo infatti già nel 2015:

“Un altro fantastico record per Lorenzo Quadri. Sembra Federer: appena volti la testa ti fa un exploit. Non solo è il più assenteista a Berna. Non solo, da un questionario interno al Parlamento risulta essere uno dei politici meno influenti. Ora una statistica dell’ACSI (Associazione delle consumatrici della Svizzera italiana) ha stilato, in base alle votazioni, il politico più vicino ai consumatori e quello più menefreghista. Prima risulta Marina Carobbio. Inutile dirvi chi ha lo scettro del peggiore. Bravo, Lorenzo, avanti così: i noss gent ti saranno grate. Soprattutto di averti pagato lo stipendio per comportarti peggio dei vituperati funzionarietti che aborrisci tanto.”

Insomma, il peggio del peggio e non si vedono schiarite all’orizzonte. Continuiamo a votarlo e continuiamo così a sciupare il nostro voto. È un diritto che, purtroppo, ci da la democrazia.

E togliamoci dalla testa che Quadri sia maltrattato. Ticinesi in posti lusinghieri ce ne sono, significa che sanno, quando vogliono, farsi rispettare dagli altri parlamentari, tessere alleanze e muovere le leve del potere con intelligenza, cosa che è evidentemente preclusa a Quadri, anche perché 232esimo su 240 è veramente una miseria, e a Berna non è che ci è arrivato ieri ma 6 anni fa. Forza Lorenzo, se sali una posizione all’anno, tra un paio di secoli sei primo!

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!