Asilo, i numeri contano più degli urli populisti

Di

Continua il calo delle domande di asilo presentate in Svizzera. Nel mese di luglio, infatti, si sono fermate a 1’694.

Se il conto rispetto a giugno porta un misero +60, è interessante il confronto con il mese di luglio dell’anno scorso, il 2016: -31,6%, un terzo in meno. Un dato che fa riflettere, perché, come indicato dalla Segreteria di Stato della Migrazione, siamo di fronte al numero più basso registrato dal luglio 2010. Traduzione: negli ultimi 7 anni non sono mai state presentate così poche domande d’asilo.

Questi dati, come tutti i dati in genere, sono nemici dei populisti: sul totale delle domande d’asilo su cui si è chinata la SEM, un quarto hanno portato alla concessione dell’asilo, mentre poco di più all’ammissione provvisoria. Altroché “spalancatori di frontiere”.

Gridare allarmi e fare bassa propaganda per prendere qualche voto non serve a niente. I fenomeni migratori, basti osservare il caos con cui è confrontata l’Italia in questi giorni, sono di difficile analisi e per essere compresi necessitano di molto, ma molto più approfondimento di quello solitamente regalatoci da chi considera panacea di tutti i mali il muro a Chiasso. Intanto, quello che possiamo dire guardando i numeri che arrivano a cadenza mensile, è che i timori e gli allarmi sia sulla situazione alla frontiera sia sul centro di Rancate erano rumore di sottofondo ed ennesima prova di superficialità.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!