“Dividiamo il mondo in esseri umani e mostri”

Di

In questi giorni siamo tutti bravi a parlare di Musulmani, tutti esperti. Non vedo nessuno che parla CON i Musulmani, la cosa vi potrebbe aiutare a chiarire qualche stupida idea che avete in testa.

Da più di un anno vado dai rifugiati siriani in Grecia, non mi hanno ammazzata, non mi hanno stuprata, non mi hanno detto che ero una puttana perché non portavo il velo, non ho visto bombe né terroristi, altrimenti non sarei qua a scrivere questo, e sicuramente non ci sarei tornata tutte quelle volte (o forse pensate che io sia un’idiota e allora il discorso salta). Insisto su questo e sapete perché? Perché io sono sicura, al 200%, che se OGNUNO di voi andasse giù come ho fatto io (non solo io) a parlare con loro o a giocare con i loro figli, non ne lascereste li nemmeno uno. Non lo fareste perché vi rendereste conto che non se lo meritano e che la metà delle cose che esce dalle vostre bocche sono grandissime stronzate. Non dobbiamo dividere il mondo in base alle religioni, i terroristi ci sono ovunque (dire che siano tutti muslim mi sembra una grande cazzata), e la religione a me non piace, ne qui ne là. Dividiamo il mondo in esseri umani e mostri, chi vuole vivere in pace di qua e tutti gli altri di là. Chi ha sete di sangue e voglia di male se ne vada fuori dalle palle, che sia cristiano, musulmano, buddista o quello che volete.

Puoi credere anche agli alieni per me, ma non rompete i coglioni agli altri, e per quanto mi riguarda, voi me li avete sfracellati con la vostra ignorantissima presa di posizione. Fate qualcosa per vivervela meglio, non so, prendetevi uno xanax, andate da un bravo dottore o andate su Marte. Razzisti di merda.

Barbara Ferrari

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!