Quadri e la povera Lega? 261 interviste

Pubblicità

Di

Lorenzo Quadri  sente odore di sangue. E quando lo sente, come un bravo mastino, ci affonda i denti e la faccia. Lo fa anche se sa benissimo di essere in malafede, e dico malafede per non utilizzare termini più pesanti ma che sarebbero di sicuro pertinenti.  

In breve: un sondaggio UFCOM dice che la Lega e i suoi attori politici non sono sentiti dalla RSI come gli altri partiti.  Solo lo 0,2, contro il presunto 8,3 dell’UDC. E già qui vengono i dubbi. Perché la RSI dovrebbe dare all’UDC, minoritaria in Parlamento con soli 3 deputati, il 4150% di spazio in più che alla Lega? State già ridendo, vero? E allora, perché stranamente i socialisti non si sono messi a piangere con un misero 0, 8%? Semplice, perché non sono imbecilli e sanno quanto vale un sondaggio del genere.

Ma come funziona? L’UFCOM prende 7 giorni a caso nel 2016, e va vedere in quei giorni chi è stato sentito e come. Non chiedetemi perché usa un sistema cosi idiota, non ne ho idea. Giustamente, come dice la RSI,  è come se decidessi che tempo ha fatto in Ticino in un anno scegliendo 7 giorni a caso. Ma c’è di più, il sondaggio suddivide i politici per partito, ma mette in altre categorie le cariche istituzionali. Per esempio, io posso sentire due volte in un giorno Gobbi ma non figura come politico della Lega visto che è ministro della Giustizia.

Chiudiamo con il comunicato RSI, a cui tocca spiegare agli analfabeti funzionali cosa è successo:

“ Noi raccogliamo dati reali, non estrapolazioni o stime, e i dati reali, raccolti giorno per giorno dicono, ad esempio, che tra gennaio e giugno 2017 (181 giorni) le trasmissioni Cronache della Svizzera Italiana, Radiogiornale e Modem hanno ospitato o intervistato 26 esponenti della Lega dei Ticinesi (da Alberti Eolo a Zali Claudio) per un totale di 261 presenze. Difficile immaginare che rappresenti lo 0.2% del totale. A meno di pensare che abbiamo fatto 130’000 interviste in sei mesi!”.

Alla fine è triste che la RSI debba rispondere agli attacchi imbecilli di Quadri che sa esattamente come stanno le cose. Quadri e i suoi sgherri hanno in mano il potere con il partito di maggioranza e due ministri su 5 ma continuano a fare i piangina usando la tattica di Calimero (sono piccolo e nero ce l’hanno tutti con me) sicuramente con l’idea di compattare le truppe, creare consenso e dare addosso alla RSI in vista della prossima iniziativa No Billag. Perché signori, questo è il motivo. Svilire il servizio pubblico per farsi i propri porci comodi.

Ma si sa com’è, una volta buttato il fango, un po’ di sporco rimane sempre attaccato.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!