10-cose-10 da ricordare dell’elezione di Cassis

Di
  1. Norman Gobbi ha affermato che ora con Cassis il problema dei frontalieri verrà preso più sul serio. Ok, ma non erano Quadri e Pantani quelli che non hanno sporcato la scheda perché con Cassis non cambierà niente? Sommessamente: chi vogliono prendere in giro?
  2. A far bella mostra di sé nel palco dedicato ad amici e parenti di Cassis, c’era anche il buon Moccetti. Nessuna persona si giudica dagli amici, ma due-domande-due sul nuovo Consigliere federale forse è giusto porsele, finite le bollicine.
  3. Cassis ha vinto, felicità. Ora dopo aver detto di tutto all’UDC per ottenere i suoi voti, come minimo ci deve togliere tre mesi di premi di cassa malati a testa, tanto gli amici cui chiedere non mancano. Su, forza Ignazio!
  4. Beltraminelli tutto entusiasta ha definito una “cannonata” sia l’elezione di Cassis sia i festeggiamenti a Bellinzona. Gli si fa notare con gentilezza come tutto sia successo tre quarti d’ora prima rispetto al protocollo. Capiamo l’eccitazione, però…
  5. Ragà, seri: chi aiuta Rocco Cattaneo a cercar casa a Berna ora che diventa Consigliere nazionale? Qua si è visto un 2,5 già arredato e piccola cantina molto economico dalle parti di Ittigen per uscire dalla città e risparmiare qualche franchetto. Cercate anche voi? Niente parcheggio, si muove in bici.
  6. Quadri in camicia nera era vagamente inquietante.
  7. Applausi per il mitologico Daniele Piazza che, prima di essere intervistato dalla RSI, in secondo piano è riuscito a chiacchierare con almeno metà dei parlamentari, in più lingue e con uno stile innato.
  8. Lo sguardo di Isabelle Moret verso i suoi compagni di partito era un po’ quello della bella del liceo che viene sedotta, abbandonata, e torna a casa con lo sguardo mogio rispondendo “niente, niente” alle domande della mamma allarmata.
  9. Stipendio di Cassis: 450 mila franchi annui più 30 mila di contributi. Domanda tra le tante: comprerà l’iPhone X?
  10. Fermi tutti. L’UDC ha appena sdoganato il fatto che un naturalizzato/uno col doppio passaporto può diventare Consigliere federale. Qualcosa di positivo in ‘sta giornata allora c’è!

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!