La barca è piena

Pubblicità

Di

Ha ragione Cassis: ci sono due tipi di stranieri.

Quelli come lui che hanno trovato una Svizzera che non l’ha discriminato nell’istruzione, nell’ottenimento della nazionalità, negli studi accademici, nella carriera professionale e politica, fino ai più alti vertici. Tutto senza dover rendere conto delle sue origini.

E poi ci sono gli altri, figli di un dio minore, da fermare o rimandare al loro paese, senza troppi scrupoli. Indesiderati. La barca è piena!

Lo diceva già un certo James Eduard Schwarzenbach, consigliere nazionale e leader della “Nationalen Aktion”, che nel 1970 portò gli svizzeri al voto con un’iniziativa che avrebbe limitato al 10% la quota massima di stranieri. Il 54% dei votanti disse di NO, con grande sollievo per circa 300’000 stranieri che avrebbero visto revocato il loro permesso di soggiorno.

Tra questi vi era potenzialmente anche il piccolo Ignazio, allora scolaretto, ignaro del rischio corso da quelli come lui, ancora senza passaporto rossocrociato.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!