Argo1, ormai siamo alla farsa

Il DSS sapeva da giugno delle cene di Bormio, Beltraminelli tenuto all’oscuro per mesi da Bernasconi e Dadò.

Di

Il Quotidiano ieri sera ci ha informato del fatto che il DSS sapesse da giugno che Fiorenzo Dadò e compagna a Bormio hanno beneficiato di cene pagate da Marco Sansonetti, deus ex machina di Argo1. O meglio, che lo sapesse Renato Bernasconi, il quale non ritenne necessario informare Paolo Beltraminelli. Come, a quanto pare, non lo ritenne necessario Fiorenzo Dadò.

Le domande a Beltraminelli le abbiamo fatte noi, le ha fatte laRegione, per scelta editoriale non le ha fatte il Corriere del Ticino. Ma a questo punto si ha la netta sensazione che sia finito il tempo delle domande: siamo alla farsa. Sì, cari lettori, siamo davanti a una farsa dove vogliono farci credere che un Consigliere di Stato o non ha la minima idea di cosa avvenga nel proprio dipartimento, e quindi sia direttore del vuoto torricelliano, o sia in apparente malafede. La riunione voluta dalla funzionaria del DSS in tutta fretta a giugno appena giunta la voce che Falò stava conducendo un’inchiesta su Argo1 ha visto la presenza di Renato Bernasconi, la suddetta funzionaria e il di lei compagno, Fiorenzo Dadò. Una riunione che ha avuto luogo, quindi, tre mesi prima che sempre il Quotidiano rivelasse la questione delle cene pagate. Una riunione di cui il presidente del PPD non ha fatto menzione col suo compagno di partito e Consigliere di Stato? Una riunione che ha visto partecipare un capo divisione del DSS, il presidente del PPD e della quale Beltraminelli non sapeva niente?

Mentre si fa un gran parlare della Commissione parlamentare d’inchiesta che a partire dal 6 novembre cercherà di far luce sulla faccenda, mentre ci si aspetta che l’ex pp Marco Bertoli riesca a dirimere almeno qualcosa di questa sempre più incresciosa vicenda, la posizione di Beltraminelli ogni giorno diventa più insostenibile. Queste ultime novità, il tempo è galantuomo, sono una risposta indiretta a Fabio Pontiggia: non si tratta né di caccia alle streghe né di macchina del fango. Si tratta di una vicenda che inizia ad avere un unico epilogo possibile: quello delle dimissioni del Consigliere di Stato Beltraminelli.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!