Le proveranno tutte

Pubblicità

Di

Oramai la campagna elettorale dei liberali è partita. Obiettivo dichiarato è la riconquista del DECS, dipartimento storicamente feudo liberale. Nulla resterà intentato nell’immane sforzo di convincere gli elettori ticinesi che scuola, cultura e sport sono in pericolo da quando l’infausto esito elettorale li ha sciaguratamente consegnate nelle mani di Manuele Bertoli.

Partiti con facili e pretestuose critiche ad ogni idea di riforma scolastica, sfoderati i vecchi “big” nella campagna d’odio verso i docenti con il pretesto dell’ora di civica, proseguono ora secondo tabella di marcia con cadenza settimanale.
Non ancora esaurita la risibile polemica sulla piscina del liceo di Lugano, ora è il turno dell’ex giocatore di basket, presidente del Lugano basket e deputato Cedraschi che lancia l’allarme preannunciando la morte dello sport ticinese a causa dei colpevoli ritardi accumulati dal Dipartimento. Evidentemente mancanza di lungimiranza e ritardi sono riconducibili agli ultimi sei anni, perché fino alla gestione di Buffi e Gendotti tutto era perfetto, moderno, futuristico. E i ricchi Comuni a gestione liberale hanno sempre fatto tutto quanto desiderato dagli sportivi per non far mancare nulla.

Questo circo è solo all’inizio, stiamone certi. Ma l’avversario da battere non era la Lega? Si vede che ci hanno già rinunciato…

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!