Vola sicuro con l’UDC

Pubblicità

Di

Quelli dell’UDC di Lugano son gente buffa. A volte mi fanno sganasciare dal ridere, come ora. Leggo su Liberatv: “…Su Lugano Airport i Consiglieri Comunali UDC presentano ‘la madre di tutte le interrogazioni’”.

La madre di tutte le interrogazioni, ed è vero! 101 domande sull’aeroporto di Lugano. Non cacceremo un copeco finchè non ci risponderanno tuonano gli Udicini. Una roba che il municipio ce ne ha per due o tre anni a evaderle tutte. Perché poi Liberatv, che ha evidentemente molto spazio nel server, ci picchia sotto all’articolo tutta l ‘interrogazione, che tu continui a scrollare, e scrollare… ma non finisce mai. Le domande, tutte pertinenti e acute come aghi da calza, sono poderose, serie e non lasciano scampo all’approssimativo municipio che vuole sicuramente sperperare soldi per salvare lo scalo luganese. Vi riportiamo le più interessanti:

Gli aerei, se sono più pesanti dell’aria, come fanno a volare?

Perché le hostess quando passano con i liquorini non c’hanno mai l’appenzeller, che è l’amaro preferito dal presidente Marchesi?

Perché invece c’è il fallitalico Braulio?

I piloti, quando gli scappa la pipì, c’hanno un gabinetto loro o usano il nostro?

Perché per la gita a Predappio della sezione, Easyjet non ci ha fatto lo sconto comitiva?

Non si può allargare lo spazio per le ginocchia? Che la Raide Bassi si fa sempre la scorlera e deve ogni volta cambiare i collant?

Sono previsti appositi sedili per bambini per Galeazzi?

È vero, come dice Alain Bühler, che c’è in atto un complotto tra piloti e omini dei bagagli per sovvertire lo stato e impiantare un microchip nel duodeno dei cittadini?

Perché sui voli intercontinentali non è prevista un’ora di civica?

Perché sui voli nazionali, alla partenza non si canta l’inno e non si aprono i finestrini per agitare la bandiera rossocrociata?

Altre 91 domande fondamentali attendono di essere evase. Ringraziamo l’UDC che pilota le nostre vite con serenità, competenza e sicurezza. Un applauso all’atterraggio se lo meritano tutto.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!