24 Dicembre e la follia di Lidl

LIDL annuncia che i propri supermercati resteranno chiusi il 24 Dicembre. Un bel gesto, anche se di facciata

Di

LIDL chiuderà il 24 dicembre. Avete capito bene, la vigilia di Natale i dipendenti della catena di supermercati potranno stare a casa coi propri cari, guardarsi negli occhi coi lucciconi rimirando l’albero illuminato o il presepe affollato di pastorelli.

Vivendo in un’economia di mercato con la frenesia degli acquisti all’ultimo minuto e la fobia compulsiva di comprare, tenendo conto che i negozi già a ottobre ormai espongono le decorazioni natalizie, questa notizia sa di follia pura.

Quasi quasi un po’ mi commuovo, pensando che qualcuno lassù ha ricevuto magari la visita di Babbo Natale che lo ha messo di fronte alla realtà dei poveri e raminghi commessi.

 “Lidl Svizzera mette tutto il suo impegno per consentire ai suoi dipendenti di conciliare il lavoro con il tempo libero e la famiglia. E a Natale, la festa della famiglia per antonomasia, ciò è particolarmente difficile, ma oltremodo importante. Per questo motivo, Lidl Svizzera ha deciso quest’anno di chiudere le sue filiali a Natale, lasciando riposare i suoi dipendenti il 24.12.2017.”

Dichiara il grande magazzino. È un gesto, dai, non lamentiamoci. Anche vero che, però, non siamo mica fessi: è ovvio che la strategia di LIDL, il cui maggiore problema almeno all’inizio era la situazione contrattuale dei dipendenti, è cercare di ripulirsi la facciata.

Qualche anno fa lo fece ribadendo che le condizioni contrattuali erano state parificate a quelle dei due giganti della distribuzione, poi con paginate sui volantini dove spiega quanto è bello lavorare da loro e che condizioni incredibili ci sono, oggi con la vigilia regalata ai dipendenti.

Però poco ci importa, facciamo i buoni per una volta anche noi e diciamo bravi a quelli della LIDL che per una volta sono un passo avanti agli altri, anche perché una vigilia a casa, per molti commessi e commesse, è spesso un’utopia.

E se l’interesse di un’azienda si fonde con dei vantaggi per i dipendenti benvenga, anche se lo sguardo rimane vigile. Non vorremmo che, come Babbo Natale, quello che oggi entra dal camino domani se ne vada dalla finestra.

 

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!