PS, ARL e Bertoli: resa dei conti

Il PS presenta un’interrogazione al Consiglio di Stato a proposito del trasporto degli allievi delle scuole medie di Pregassona

Di

Certo che parliamo di conti, e parliamo anche del concorso per il trasporto dei bambini alle medie di Pregassona. Vi ricordate il pasticciaccio delle ARL? Con il direttore Bernasconi e parte del consiglio d’amministrazione della società di trasporti che avevano minacciato addirittura di denunciare Bertoli? Che avevano tirato in piedi un can can vergognoso anche presentandosi alle fermate, nonostante la momentanea sospensione dal concorso, per creare confusione tra gli allievi? (leggi qui). Avevamo anche spiegato bene le questioni “tecniche” relative all’appalto (leggi qui).

Ora il PS chiede lumi al Consiglio di Stato, essendosi accorto che quelle benedette linee messe a concorso hanno fatto risparmiare un bel po’ di copechi al Cantone, non parliamo di quisquilie ma di milioni di franchi. Nel preambolo dell’interpellanza si legge:

“È stato possibile ottenere un risparmio finanziario annuo complessivo per le casse dello Stato di oltre 1,2 milioni di franchi all’anno. (escluse le medie di Pregassona, gestite dalle ARL)”

Annuo, il che vuol dire 12 milioni in 10 anni. Ma appunto, attenzione, escluse le ARL. Il PS, per voce del suo capogruppo Durisch, chiede delle risposte precise:

  1. A quanto ammonterà il risparmio annuo ottenuto grazie al passaggio dal trasporto speciale al trasporto di linea presso le scuole medie di Pregassona?
  2. Come si spiega il fatto che questo passaggio non sia avvenuto prima?
  3. A quanto ammonteranno complessivamente i risparmi ottenuti dal Cantone per la gestione dei trasporti scolastici per le scuole medie rispetto alla situazione degli anni precedenti?
  4. Approssimativamente, a quanto ammonta il potenziale risparmio complessivo che si sarebbe potuto ottenere sull’arco degli ultimi 20 anni, considerato quanto effettivamente speso in questi anni dal Cantone per la gestione dei trasporti scolastici e il costo futuro previsto?
  5. Vi sono ditte che sono state detentrici di un mandato di trasporto speciale per una determinata tratta e che, in seguito alla messa a concorso di tale tratta, hanno presentato un’offerta marcatamente inferiore alla precedente?
  6. Se sì, quali sono, a quanto ammonta la differenza tra le offerte presentate per lo stesso servizio e come si può giustificare questa differenza di prezzo?

Siamo certi che voleranno scintille, comunque noi qualche idea ce la siamo fatta, le trovate nei precedenti pezzi che abbiamo allegato all’inizio dell’articolo.

È però sicuro che il risparmio della tratta ARL, passata da trasporto speciale a trasporto di linea per le medie di Pregassona, non lo misureremo né in decine, né in centinaia, né in migliaia di franchi. C’è solo da capire quanti saranno gli zeri, per avere un’idea di quanti sono i soldi dei ticinesi sbattuti, è proprio il caso di dirlo, in mezzo alla strada.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!